Tennis – Campionato Bolognese UISP – Esordio della seconda squadra femminile!

La seconda squadra femminile, che rappresenta il CUBO per il campionato bolognese a squadre della UISP, quest’anno si presenta rimpolpata. Nella prima giornata ai vecchi volti come Laura e Cristina si affiancano le nuove guardie Giulia e Tiziana, che affrontano la loro prima esperienza in una squadra. Dall’altra parte troviamo le ragazze del Sant’Agostino.

La squadra dell’anno scorso Benedetta Katia Laura Cristina

Nel primo singolo per il CUBO si schiera Giulia, che parte timida e con il braccio un po’ rigido. L’avversaria è solida, si appoggia bene sulle palle, gioca teso ed è lesta negli spostamenti. Giulia mano a mano entra in partita, varia il gioco con palle alte o un po’ più lente cercando di sfiancare l’avversaria. Punta più sulla strategia che sulla potenza, scendendo anche a rete di prepotenza a guadagnarsi i punti. Nonostante ciò, cede il primo set per 6 3, più che altro per merito dell’esperienza dell’avversaria. Ma la panchina fa di tutto per galvanizzare la nostra Giulia, che rientra in campo e con un break vince il primo game del secondo set. I games successivi si prolungano nel tempo: ai costanti attacchi dell’avversaria Giulia sfoggia una grande difesa e la porta spesso all’errore. Purtroppo, piano piano, la nostra ragazza comincia ad accusare la stanchezza. Perde 6 3 anche il secondo set. Bravissima comunque a non aver mai mollato contro un’avversaria difficile. Questa è stata un’esperienza da aggiungere al proprio bagaglio, perché, anche se sconfitta, esce dal campo a testa alta e con più consapevolezza di sé stessa.

Laura

Nel secondo singolo abbiamo Laura a combattere per noi. I primi giochi sono un testa a testa, le ragazze sono ancora nella fase di studio e devono sciogliere bene il braccio. Dal 2 a 2 l’avversaria ingrana la sesta e prende le distanze, merito soprattutto del suo drittone pesante e profondo che mette in crisi la nostra compagna. Ma la caratteristica principale di Laura, oltre a quella di correre come una dannata per tutto il campo senza accennare ad un minimo di stanchezza, è il sorriso. Ad ogni cambio campo è insoddisfatta per il gioco intavolato, come è normale che sia, ma rimane lucida e sorridente. Rientra in campo sempre con determinazione, perché lei prima di ogni altra cosa vuole divertirsi. E dal 5/2 sotto Laura incomincia a rispondere a tono a tutte quelle palle che prima l’avevano messa in difficoltà: è un muro da fondo, arriva su tutto e così stanca l’avversaria, i cui colpi perdono di incisività. Questa rincorsa nei games fa sembrare Wile E. Coyote e Beep Beep dei principianti e con un parziale di 3 giochi a zero (ma soprattutto ad un game dalla vittoria del set per l’avversaria) Laura si porta sul 5 pari. Il tie break, purtroppo, si svolge velocemente in favore dell’altra giocatrice. Nei primi games del secondo set le ragazze si scambiano vicendevolmente errori e vincenti, portandosi così sul 3 pari. Da lì Laura cede alla stanchezza fisica e mentale e perde il set per 6 3. A chiudere la partita una bellissima stretta di mano delle due ragazze che, sorridenti, ringraziano per la divertente e stimolante partita.

Per il doppio una coppia completamente inedita rappresenta il CUBO: la ormai famosa Cristina e la fresca Tiziana. Le nostre ragazze giocano contro due avversarie che si conoscono bene ed hanno i meccanismi oliati, per loro quindi si presenta non solo una sfida tecnica ma anche empatica. Tiziana, però, sa cosa fare: con il suo dritto insidioso, alto, profondo e il più possibile angolato, deve allontanare lateralmente l’avversaria in modo tale che Cristina possa entrare con arroganza sul contraccolpo e chiudere a rete. E così avviene, la veterana della coppia esegue il suo compito egregiamente nei pressi del nastro. Non solo, Cristina sorprende con colpi potenti da fondo che spesso vanno a rompere il fronte delle avversarie. Il primo set risulta combattuto, ci sono break e contro-break che tengono accesa la tensione dentro e fuori dal campo. Una chirurgica Tiziana, che gioca sulle righe e a pelo del pallone, alza il livello di difficoltà per l’altro lato del campo. Anche se quest’ultima è un po’ più debole a rete e spesso superata, l’agile Cristina, non infiacchita dalla 16 Km della sera prima su per San Luca, copre la compagna su tutto il campo. Le avversarie, solide e compatte sia a rete che a fondo, trascinano le nostre ragazze ad un combattutissimo tie break che si chiude con il risultato di 10 a 8 per il CUBO. Il secondo set si svolge velocemente, le avversarie salgono di livello mentre le nostre si concedono un po’ di relax. La pratica si chiude per 6 1 in favore del Sant’Agostino. Su un set pari ci si gioca tutto in un super tie break ai 9. Le nostre prendono subito il largo, ma le avversarie non demordono e fanno sentire il fiato sul collo. Tenacemente, ci prendiamo la vittoria con il punteggio di 9 a 7. Bravissima Cristina che ha giocato sempre d’attacco ma che ha anche saputo usare la testa nei momenti di difesa. E’ una nuova Cristina, che non ha paura. Ottima performance anche di Tiziana, che non ha mollato niente e che ha seguito i suggerimenti della sua compagna aiutandola molto. E complimenti, in particolare, per il riflesso felino che ha avuto a rete, recuperando una palla caduta ad un centimetro dal nastro.

Abbiamo perso la giornata con un punteggio di 7 a 2, ma la nostra vittoria è che ci siamo divertite e abbiamo percorso il primo tratto di un’avventura tutta da scoprire.

Grazie a Chiara che è venuta a supportare la squadra nonostante non giocasse (la vedremo in campo per la seconda giornata), grazie ai supporters di Giulia che sono rimasti a soffrire con noi fino in fondo, grazie a Davide che ha portato le birre e le ha gentilmente offerte alle giocatrici del doppio durante i cambi campo, grazie a Katia e Maria Paola che ci hanno seguito tramite Whatsapp. E un grande grazie a te, Franca, che con il tuo carattere riesci a superare ogni barriera.

Alla prossima partita.

Benedetta Mignani

 

 

Lascia un commento