Tennis Femminile Cubo 2: Primo turno Eliminatorie Campionato Bolognese UISP

E’ inarrestabile l’ascesa delle ragazze del Cubo 2 nel Campionato Bolognese a squadre della UISP. Nel Tabellone A, in cui siamo finite contro ogni pronostico, ci ritroviamo a scontrarci con le squadre più forti per una differenza punti ottenuti nella fase a Gironi.

Il primo ostacolo è rappresentato dal CRAL Regione. Alla Snai la quota del Cubo sarebbe stata pari a quella assegnata ad Istomin vincente su Djokovic.

Andata in casa, sulla terra rossa della Record. Purtroppo il meteo è inclemente, la neve impedisce ad alcune delle avversarie di raggiungere il luogo dell’incontro. Con una tempestiva riorganizzazione siamo riuscite a fare almeno due partite: il primo singolo e il doppio. Scendo per prima in campo io contro Falavigna, giocatrice di esperienza e di grande gamba. Il mio gioco è risoluto, anche se con qualche errore di troppo. Chi mi conosce sa che sono sempre iper-critica riguardo alle mie prestazioni. La partita si conclude 6-3/6-2 in un’ora e mezza, il che sottolinea quanto gli scambi siano stati lunghi. Complimenti alla mia avversaria che ha dimostrato un bel gioco e grande tenacia.

Nel doppio vediamo schierate Cristina e Maria Paola, nella loro prima prova insieme. L’esperienza del gioco di Paola ha permesso la piena manifestazione della potenza nei colpi e della determinazione a rete di Cristina. Hanno raggiunto un feeling eccezionale in campo, la sintonia perfetta tra divertimento e agonismo, asfaltando le avversarie con un 6-0/6-1.

Il singolo che non siamo riuscite a disputare il giorno ufficiale dell’incontro si recupera il sabato successivo e Chiara vince facilmente il primo set mostrando appieno il suo gioco costante e tenace. Nel secondo set, indebolita dalla febbre del giorno precedente, incomincia a commettere qualche errore di troppo e lo cede all’avversaria. Il mix di stanchezza fisica e di nervosismo la porta a perdere l’incontro al super tie break, rammaricata di aver messo in campo solo il 60% del suo gioco.

L’andata si conclude con il risultato di 7 a 2 per il Cubo.

Ritorno a Castenaso. Apre le danze Giulia Marinelli contro la mia avversaria dell’andata. La solidità di quest’ultima non lascia spazio al gioco della nostra ragazza che cede con amarezza la partita per 6/0-6/0. Nonostante questo, Giulia ha dimostrato un netto miglioramento nel posizionamento in campo. Ogni partita, comunque vada, dona sempre un po’ di consapevolezza in più.

A seguire, scendo in campo io contro Annalisa Spararo, top 30 della classifica UISP. Con mia sorpresa, guadagno la maggior parte dei punti grazie a una potente prima di servizio che spiazza completamente l’avversaria. Per il resto, mi limito a tenere la palla in campo, conscia del fatto che la vittoria sarebbe fondamentale per passare alla fase successiva del tabellone. Risultato 6/1-6/0 per noi.

Ed ecco lo spettacolo decisamente più spumeggiante che ci viene offerto dal doppio Cristina Lorenzetto/Tiziana Percacciante. All’inizio lo schema sembra funzionare alla grande: Tiziana con il suo dritto alto e profondo è infallibile e Cristina sia a rete che a fondo sembra posseduta da un’aura magica, tant’è che vincono il primo set al tie break. Il loro gioco, però, mostra delle lacune e le avversarie ne approfittano. Cristina deve difendere tutto il campo  per coprire una timida Tiziana a rete e la stanchezza si fa sentire. Vengono infatti battute al super tie break, portando comunque a casa un punto per la squadra. Vince il parziale della giornata la Regione per 5 a 4, ma nella totalità il Cubo porta a casa il punteggio di 11 a 7 per andare al primo round della semifinale domenica prossima a Corticella.

Grazie ai nostri followers Davide, Serenella, Gabriele, Katia e Nicola che ci hanno seguito nonostante le gelide temperature dentro ai palloni e a Franca, che ci sostiene sempre e crede in noi.

Scritto da Bibi Mignani

Franca Pili

Franca Pili

Segreteria CUBo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *